Crea sito

Smontaggio e riparazione alzavetro

I nostri Discovery sono dotati, in tutte e 4 le portiere, di alzavetro elettrici, costituiti da due componenti principali: il motorino elettrico e il pantografo.

In particolare, il pantografo è composto da un sistema di leve che, incrociandosi, permettono al finestrino di chiudersi ed aprirsi, grazie all’azione del motorino elettrico. Il punto debole di tutto il sistema risiede nelle rotelline di materiale plastico (forse Teflon) del pantografo stesso che, scorrendo dentro rotaie metalliche, tendono ad usurarsi e a rompersi.

Il sintomo di questa rottura è palesato dal finestrino che si inclina durante la sua salita o discesa, col rischio di incastrarsi in posizioni innaturali.

Per prima cosa, bisogna smontare la cartella della portiera:

Per farlo, vi rimando all’articolo riguardante la sostituzione della serratura anteriore.

Oltre gli attrezzi necessari per smontare il rivestimento della portiera avrete bisogno di:

  • bussole da 8mm e da 10mm;
  • cacciavite a taglio, spesso e robusto;
  • trapano con punta da 12mm per metalli;
  • martello;
  • frenafiletti forte;
  • rondelle in acciaio dal diametro esterno di 24mm, foro da 6,5 mm, spessore 1,5 mm (6 per finestrino);
  • viti a testa svasata M6x10 (3 per finestrino);
  • dadi M6 (6 per finestrino).

Una volta smontata la cartella e rimossa la plastica di copertura, potreste trovarvi di fronte al pantografo con le rondelle in teflon rotte:

Per smontare lo stesso dalla portiera agite in questo modo:

  • Abbassare il finestrino e svitare i bulloni (3) che trattengono il finestrino stesso;
  • Sollevare completamente il finestrino e bloccarlo in posizione (io utilizzo il nastro di carta dalla parte esterna del vetro e uno o due cunei dalla parte interna);
  • Staccare il connettore del motorino alzavetro (5);
  • Svitare i 6 bulloni (6) che assicurano il sistema alzavetro alla portiera.

Qualora doveste trovarvi a smontare l’alzacristallo di una delle portiere posteriori, dopo aver seguito i primi punti dell’elenco, svitate i 4 bulloni (7) che assicurano l’alzavetro alla portiera:

In entrambi i casi, l’alzavetro uscirà dal foro inferiore delle portiere.

Alzavetro smontato:

Adesso, utilizzando il trapano con la punta da 12mm, svasate le rondelle che andranno a contatto con la testa della vite, al fine di ridurre al minimo l’ingombro della vite stessa:

Una volta raggiunta una profondità soddisfacente, potete inserire una seconda rondella e bloccare il tutto con uno dei dadi:

Adesso, al fine di far entrare le rondelle nelle rotaie del pantografo, utilizzate il cacciavite a taglio per allargare la parte iniziale dei canali delle rotaie:

e rimuovete i perni delle vecchie rotelle di teflon. In questo caso è stata utilizzata una smerigliatrice:

Fatto ciò, potete inserire nel foro del pantografo la nuova rotella precedentemente costruita, e bloccare la stessa con uno dei dadi:

Al fine di evitare lo svitamento dei dadi, è necessario mettere una goccia di frenafiletti forte nella vite stessa, dove andrà avvitato il dado esterno. Altrimenti, è possibile bloccare il dado attraverso la c.d. bulinatura, ovvero un’incisione su dado e vite che ne impedisca l’allentamento:

Prima della bulinatura
Dopo la bulinatura

A questo punto, potete riassemblare il pantografo, facendo scorrere le nuove rondelle dentro le rotaie:

Richiudette adesso la parte iniziale delle rotaie stesse utilizzando un martello, per evitare la fuoriuscita delle rondelle:

Ripetere l’operazione per tutte le rondelle, al fine di prevenire eventuali rotture.

A lavoro terminato, e con tutte le rondelle sostituite, il pantografo apparirà così:

Ora, ingrassate per bene le guide e controllate che non vi siano interferenze tra i bulloni e le leve del pantografo.

Potete, quindi, procedere al rimontaggio del pantografo:

  • reinserite il pantografo dal foro inferiore della portiera;
  • avvitate i bulloni che assicurano il sistema alzavetro alla portiera;
  • riagganciare il connettore dell’alzacristallo nel motorino;
  • rimuovere i fermi del finestrino e fissarlo al pantografo dell’alzavetro;
  • rimontare il rivestimento della portiera seguendo la parte finale di questo articolo.

Ringrazio eno per le foto e la guida. Link alla discussione completa.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca qui per avere gli esclusivi adesivi!

2 Risposte a “Smontaggio e riparazione alzavetro”

  1. Howdy! Would you mind if I share your blog with my twitter group? Theres lots of people that I believe would really enjoy your content. Please let me know. Thanks.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.