Crea sito

Installazione Radio CB

La Radio CB, chiamata in gergo “Baracchino”, risulta essere un accessorio indispensabile nei raduni e nelle uscite di gruppo in fuoristrada dato che permette, anche in assenza totale di rete cellulare, un collegamento diretto e istantaneo con le altre persone.

Prima di poter utilizzare sul campo la Radio CB, vi sono determinate scelte, acquisti e passaggi da fare. Per prima cosa bisogna capire l’uso che si intende fare della Radio CB: intenso o saltuario.

Dato il mio utilizzo saltuario, sia la scelta del CB che della relativa antenna, sono stati guidati dalla facilità di smontaggio e rimontaggio degli stessi dalla vettura. In particolare, per quanto riguarda l’antenna, la scelta è ricaduta su una antenna con base magnetica, da mettere e togliere facilmente all’occorrenza.

In questo articolo non mi dilungherò su discorsi tecnici riguardanti il posizionamento dell’antenna, la taratura della stessa, l’utilizzo del rosmetro, e altro, dato che su internet è possibile trovare tutte queste informazioni, trattate con la dovuta attenzione. Preferisco, quindi, concentrarmi sulla mia scelta personale della Radio CB e sul successivo montaggio a bordo del Discovery.

ATTENZIONE: L’uso della Radio CB è soggetto al pagamento annuale di un contributo 12,00€ e alla produzione di una Dichiarazione di inizio attività (LINK) da inviare all’ufficio territoriale di competenza, secondo le istruzioni riportate nel sito del Ministero dello sviluppo economico (LINK).

Accessori consigliati

Gli accessori che consiglio di acquistare, vedremo successivamente perché, sono:

La scelta della Radio CB

Quando si sceglie una Radio CB bisogna tenere conto di varie caratteristiche e funzioni, oltre che del prezzo d’acquisto. Nei nostri Discovery Td5 la scelta risulta complicata dalla presenza degli iniettori pompa che possono causare disturbi talmente elevati da rendere l’ascolto quasi impossibile, specialmente con la vettura in marcia.

Per quest’ultimo motivo, la radio deve essere ben schermata, e dotata, possibilmente, di filtri interni di attenuazione del rumore.

Dopo varie prove, la mia scelta è ricaduta sulla Midland M10 (Link Amazon).

La radio in questione, oltre ad essere compatta e dotata di filtri di soppressione del rumore (Limitatore dinamico disturbiNoise Blanker), è provvista di “Digital Squelch“. Quest’ultima funzione, che reputo comodissima, permette l’attivazione dell’altoparlante della radio solo quando vi è una “ricezione in corso”, disattivandosi quando nessuno parla ed evitando di dover regolare manualmente e costantemente la manopola dello squelch.

Aggiungo che, per evitare il più possibile interferenze fastidiose durante l’ascolto, converrebbe alimentare la Radio CB in modo diretto. Io utilizzo un presa accendisigari collegata direttamente alla batteria, della quale ci occuperemo in un articolo futuro.

La scelta dell’antenna

Data la mia volontà di non installare in modo definitivo la radio CB sul Discovery, l’antenna da acquistare doveva essere una con “base magnetica”, facile da posizionare e rimuovere.

In realtà l’antenna che vedrete in questo articolo non l’ho scelta direttamente io, ma mi è stata fornita in bundle con la radio CB: l’antenna in questione è la PNI Extra 45 (Link Amazon)

Nonostante la compattezza (in termini generici, più è lunga l’antenna, migliore è la trasmissione), devo dire che l’antenna in questione non mi ha deluso, permettendomi costantemente di ricevere le indicazioni durante il percorso e di rispondere a mia volta. Inoltre, anche a velocità autostradali, l’antenna non si è mai spostata e non ha mai dato problemi.

Per un prossimo acquisto sto comunque valutando un’antenna più “professionale” e di marca, sempre a base magnetica: Antenna CB Sirio Omega 27 da 95 cm (Link Amazon)

Questa seconda antenna, essendo più lunga, permette trasmissioni migliori e a maggior distanza. In più, risulta essere più robusta nel caso di scontri con rami o altri ostacoli durante la guida in fuoristrada grazie allo stelo in acciaio.

Montaggio della Radio CB

MATERIALI NECESSARI

  • 2 piastrine forate da 30 cm;
  • 2 piastrine a L da 2 cm x 2 cm;
  • 2 viti da 1 cm con relativi dadi e rondelle.

Procedura

Grazie alle dimensioni ridotte della Radio CB, e al consiglio di un amico, ho individuato il posto migliore per posizionare la radio, che mi permettesse di non forare le plastiche dell’abitacolo ma, al contempo, di manovrare la radio in sicurezza:

Per posizionare la radio così, prendere le due piastrine e piegarle in questo modo:

Piegando le piastrine seguendo queste misure non sarà necessario tagliare le stesse, dato che la profondità del cubby box permette di inserire tutto il lato di 12 cm. (io ho successivamente tagliato un lato per altre esigenze).

Utilizzando le piastrine a L, i bulloni e le viti di montaggio incluse con la radio CB, utilizzare il 3° foro per fissare gli attacchi:

Dopo aver avvitato le piastrine alla radio CB, interponendo le rondelle di gomma in dotazione, baserà infilare le stesse nel lato del Cubby Box per avere un posizionamento comodo e sicuro dell’apparato.

Per quanto riguarda il porta-mike, in dotazione, io inizialmente avevo optato per questo posizionamento, semplicemente svitando una delle viti della scocca della radio e sostituendola con una più lunga:

Durante le prime prove, però, mi sono accorto che la posizione del mike non era molto comoda. Ho quindi preferito avvitare il porta-mike direttamente al cruscotto, in corrispondenza di uno dei posacenere, con le viti in dotazione con la radio CB:

Posizionamento dell’antenna

Il posizionamento dell’antenna risulta essere molto comodo, grazie alla base magnetica che si attacca in modo stabile al tetto del Discovery.

È comunque molto importante capire dove posizionare l’antenna stessa, dato che da questa scelta dipenderà molto la qualità della trasmissione e della ricezione.

Il posto migliore sarebbe il centro del tetto, dove le onde stazionarie sarebbero al minimo e tutto il piano riflettente del tetto stesso permetterebbe trasmissioni e ricezioni ottimali.

A causa della presenza del portapacchi e dei tettucci apribili, io non ho potuto posizionare l’antenna al centro del tetto. Ho quindi optato per questa soluzione:

Il cavo è stato fatto passare dalla portiera posteriore, permettendo un collegamento comodo con la presa posteriore della radio CB. L’importante è, una volta fatto passare il cavo, lasciare lo stesso libero di curvare dolcemente, senza creare matasse che potrebbero peggiorare la trasmissione.

Ringrazio mattia.ghigo per l’idea e l’aiuto.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca qui per avere gli esclusivi adesivi!

 

4 Risposte a “Installazione Radio CB”

  1. Ciao, sono da poco possessore di un Disco 2 del 2000 e ogni suggerimento è utile…..il CB l’ho usato per anni quando ero giovane negli anni 80 e primi anni 90 ed è una cosa sconosciuta al giovane popolo di Internet abituato a chat, whapp, telegram, instagram, messenger ecc ecc ecc……il CB era la nostra rete antica. io lo avevo montato sia a casa che in auto e si restava sempre collegati con gli amici.
    Sicuramente lo installerò anche io sul Discovery più che per utilità visto che non faccio uscite OR ma per nostalgia…..e per restare sintonizzato sul canale 5 durante i viaggi.
    Complimenti per il sito….ora dovrò imparare a conoscere questo mezzo che nonostante i suoi quasi 20 anni può ancora dare molte soddisfazioni

    1. Ciao Massimiliano!

      Eh si, il mondo del CB è proprio affascinante. Ormai, quando devo fare un lungo viaggio, specialmente se da solo, monto il CB anche in altre auto, giusto per avere compagnia e qualche info sul traffico. 😉
      Per quanto riguarda il Discone, qui gli articoli su riparazioni/modifiche/manutenzione non mancano, e presto ne arriveranno di nuovi!

      Spero che il sito ti piaccia, a presto!

      1. Ciao
        il sito è veramente bello ed è una miniera di informazioni. Il mio Discone del 2000 ha 240.000 km e sembra essere stato trattato abbastanza bene o comunque nella norma per una vettura che si avvicina ai 20 anni. Ora pian piano verificherò tutto e farò un tagliandone per sicurezza e poi vedrò i dettagli. Comunque parte al primo colpo con mezzo giro di motorino di avviamento…..i 140 km fatti per portarlo a casa non hanno dato segni di inconvenienti con la temperatura acqua sempre in zona centrale…..l’unica cosa che me lo aspettavo un pò più brioso invece mi sembra lento….magari è una mia impressione abituato alla volvo V60. Sicuramento il peso si fa sentire; gli scatti brucianti non mi interessano l’ho preso per avere una 7 posti per portare in giro la famiglia quando si va a spasso e per andare in una casa in campaggna dove ho 1 km di strada sterrata che quando piove si allaga ed ha una gobba centrale dove questa estate ho fracassato la protezione in plastica del sottoscocca della volvo.
        Vedremo…..intanto complimenti per il sito
        ciao Max

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.