Crea sito

Pulizia pompa gasolio e spurgo

La pulizia della pompa gasolio rientra nelle manutenzioni straordinarie da effettuare sulle nostre vetture. Con l’introduzione dei bio-diesel, infatti, non è difficile trovare nei serbatoi delle auto diesel formazioni organiche (es. alghe) che, col tempo, potrebbero portare ad una chiusura dei filtri presenti nel cestello e nel corpo della pompa. Il problema si amplifica se la vettura non viene utilizzata per un certo periodo.

La conseguenza di tutto ciò è il passaggio di meno gasolio del previsto attraverso i condotti, con possibili mancate partenze, riduzione della potenza, specialmente col motore sotto carico o ad alti regimi, ecc….

Lo smontaggio della pompa non richiede alcuna conoscenza avanzata di meccanica o particolare preparazione, ma è tassativo seguire le istruzioni di spurgo del sistema, descritte alla fine di questo articolo, per evitare di far arrivare aria fino agli iniettori. Ciò causerebbe, infatti, il mancato avvio del motore finché non vi sia l’espulsione totale di aria.

La pompa gasolio a bassa pressione, ovvero quella che permette al carburante di raggiungere il motore, è ubicata nel serbatoio, sotto la tappezzeria, e racchiusa nel cestello del serbatoio. Il tutto è protetto da un coperchio che copre la botola di ispezione del serbatoio stesso.

La pompa in questione viene definita “bi-stadio”, dato che funziona contemporaneamente a due pressioni diverse: lo stadio a bassa pressione (0,75 bar) porta il gasolio dal serbatoio al filtro gasolio; lo stadio ad alta pressione (4 bar) aspira il carburante dal filtro del gasolio e lo porta al motore, dove la pressione viene mantenuta costante grazie ad un regolatore.

Nel Td5 la pompa gasolio ad alta pressione (o di iniezione) non è presente. Infatti, ogni singolo iniettore svolge la doppia funzione di iniettore e di pompa, da cui il nome “iniettore-pompa”, permettendo al gasolio di raggiungere pressioni elevate all’iniezione: 1500 bar per i modelli Euro 2 e 1750 bar per i modelli Euro 3. Tutto ciò porta ad una elevata penetrazione del carburante nella massa d’aria presente nel cilindro, con conseguente aumento dell’efficienza del sistema.

Per creare un accesso semplice alla pompa vi consiglio la lettura di questo articolo: Ritaglio tappezzeria

Smontaggio pompa gasolio

Attrezzi necessari:

  • Guanti resistenti al gasolio;
  • Bacinella;
  • Cacciavite a stella;
  • Cacciavite sottile per sganciare il connettore;
  • Pinza a becchi fini e storti;
  • Cacciavite a taglio largo e robusto;
  • Martello.

Gli ultimi due attrezzi possono essere sostituiti dall’attrezzo specifico per rimuovere la ghiera della pompa del gasolio. Per una manutenzione sporadica, però, cacciavite e martello possono andare più che bene.

Per prima cosa, bisogna sollevare la moquette, qualora non si voglia procedere al taglio descritto nell’articolo citato poco fa.

Svitare le coperture di plastica degli attacchi dei sedili (se dotati):

Infilare le mani sotto la moquette e sfilarla dai laterali e da sotto la bacchetta della guarnizione del portellone:

Una volta ribaltata la moquette, vi troverete davanti il coperchio della pompa, tenuto in sede da sei viti con la testa a croce:

Svitare le viti e sollevare il coperchio:

Dopo parecchio tempo che non si apre il coperchio, la pompa potrebbe presentarsi particolarmente impolverata e sporca:

Risulta essenziale pulire accuratamente l’esterno della pompa, al fine di evitare sia contaminazione del gasolio che l’entrata di sporcizia nei piccoli tubi che la collegano al motore:

Ora, nonostante i tubi siano già contrassegnati da colori diversi, vi consiglio di applicarvi delle etichette sopra al fine di non confonderli nel rimontaggio:

Nell’operazione di montaggio e smontaggio del connettore, prestare particolare attenzione alle clip di plastica che tengono lo stesso agganciato al cestello: nel caso in cui si dovessero danneggiare entrambe non sarà assicurata la tenuta del connettore stesso.

Sganciare, quindi, i singoli tubi dalle loro sedi, prestando attenzione a non danneggiare le clip di plastica che li tengono ancorati alla sommità del cestello. A tal fine consiglio l’utilizzo una pinza a becchi fini:

Fare attenzione anche a non perdere i piccoli o-ring di tenuta dei tubi.

Adesso, si può procedere svitando la ghiera metallica che tiene in sede il cestello, utilizzando il cacciavite e il martello:

Attenzione: il cestello della pompa ha delle molle che spingono la stessa contro la ghiera. Una volta svitata del tutto, la sommità del cestello si alzerà di qualche centimetro. State attenti a non danneggiare la filettatura dove si avvita la ghiera, durante questa operazione.

Il cestello della pompa senza ghiera:

Ѐ ora possibile sfilare il cestello della pompa dalla botola.

Utilizzate i guanti e i dispositivi di protezione personale al fine di evitare il contatto della pelle (o peggio, degli occhi) con il gasolio. Il cestello sarà pieno di gasolio, quindi mettetelo subito nella bacinella, altrimenti vi sarà il rischio di riversare il gasolio sulla moquette o nella vettura.

Inoltre, prestate la dovuta attenzione al galleggiante. Qualora si dovesse piegare l’astina di metallo, infatti, potreste avere una lettura non più affidabile del gasolio presente nel serbatoio.

Come potete notare dalle foto, la guarnizione del serbatoio (la grande guarnizione nera rotonda) verrà via insieme alla pompa.Vi consiglio di non rimuoverla dal cestello, a meno di non dover fare interventi importanti, come la sostituzione del corpo pompa.

Pulizia cestello e corpo pompa

Svuotare il contenuto del cestello all’interno della bacinella e procedere alla separazione tra la parte superiore e quella inferiore del cestello stesso.

Per farlo, sarà semplicemente necessario far uscire i fermi della parte inferiore del cestello dai ganci della parte superiore (cerchio rosso) e sganciare il galleggiante spingendolo delicatamente verso il basso, tirando contemporaneamente verso l’esterno il gancetto di fermo (cerchio blu):Una volta separata la parte inferiore del cestello dal resto sarà possibile procedere ad un’accurata pulizia dei prefiltri:

e del corpo pompa vero e proprio:

Dopo aver pulito accuratamente tutti i componenti, verificare lo stato del serbatoio e, in caso, svuotarlo utilizzando una pompa adeguata e pulirlo con degli strofinacci:

Rimontaggio

Dopo aver riassemblato il cestello della pompa, rimontare lo stesso nella botola del serbatoio, prestando sempre particolare attenzione a non danneggiare il galleggiante

Una volta inserito il cestello nella pompa, spingete la guarnizione nera nel bordo del serbatoio, in modo che aderisca in modo uniforme.

Infatti, è un errore comune lasciare la guarnizione al di sotto del bordo inferiore del cestello. Questo, però, non permette al cestello di incastrarsi totalmente in posizione, rendendo impossibile il riposizionamento della ghiera.

POSIZIONAMENTO ERRATO

La guarnizione, quindi, deve essere posizionata in questo modo:

Terminare il rimontaggio procedendo in questo modo:

  • far incastrare il cestello, facendo combaciare la linguetta laterale con l’apposita fessura presente nella sede;
  • riavvitare la ghiera;
  • reinserire i tubi del carburante in sede;
  • riagganciare il connettore al cestello della pompa;
  • riposizionare il coperchio della pompa avvitando le 6 viti al pianale;
  • riposizionare la moquette ed eventuali plastiche in sede.

Prima di eseguire gli ultimi due passaggi di questa lista, vi consiglio di accendere il quadro per accertarvi che il galleggiante non sia rimasto incastrato e non dia una falsa lettura del gasolio presente nel serbatoio.

Procedura di spurgo

La procedura corretta di spurgo è descritta nel manuale uso e manutenzione:

Assicurarsi che vi sia abbastanza gasolio nel serbatoio per far avviare la vettura.

Infatti, l’indicazione riportata nel manuale di “almeno 4,5 litri di diesel nel serbatoio” non vale dopo aver rimosso il cestello della pompa, dato che quest’ultimo sarà vuoto e servirà abbastanza gasolio da riempirlo. Consiglio, quindi, di immettere nel serbatoio almeno 10 litri di gasolio e di  tenere acceso il quadro per almeno 3 minuti, prima di effettuare la procedura di spurgo e tentare di avviare il motore.

Ti è piaciuto questo articolo?

Clicca qui per avere gli esclusivi adesivi!

6 Risposte a “Pulizia pompa gasolio e spurgo”

  1. Ciao
    una volta rimossa la pompa, è fattibile già che ormai ci si trova pulire il serbatoio?
    Pensavo tipo ad una pompa per aspirare tutto il gasolio aspirabile e poi andarci di mano e avambraccio e forse anche di braccio con carta pulita per raccattare il lordume depositato sul fondo?

    1. Ciao Federico! Certo, come specificato nell’articolo, una volta aperta la botola conviene pulire bene tutto il serbatoio, al fine i evitare che la pompa, pulita, aspiri nuove sporcizie.

    1. Ciao Michele! Grazie!

      Guarda, già il gasolio è abbastanza detergente di suo, quindi solitamente basta usare uno straccio pulito e un pennello per entrare nei posti più difficili. Se questo non dovesse bastare puoi usare del detersivo per piatti per pulire al meglio il cestello. L’importante è sciacquare bene tutte le parti.

      Ovviamente, i detergenti possono essere utilizzati solo sul cestello. Il corpo pompa in se non deve essere assolutamente contaminato con detergenti vari o acqua.

  2. Salve, ho un Discovery 2 e l’ho preso quando aveva 150Mila Km, ora con 242Mila Km all’attivo ho sentito un rumoraccio provenire dalla Pompa Gasolio. Quindi leggendo questa guida mi sono cimentato ed ho notato che, una volta arrivato alla pompa, che vi erano segni che era stata cambiata. Comuqneu ho provveduto allo smontaggio e rimontaggio di una nuova! La vecchia cercherò di pulirla e revisionarla quel tanto che si può! Ho notato però che prima di smonatre la pompa, il gallegiante segnava Un quarto di serbatoio, ora segna la metà! La domanda è Quale delle due segnava o segna il giusto? Inoltre, io ho avuto l’avvisaglia del rumore, molto brutto, ma può essere un avvisaglia anche i consumi? Avevo notato che era da un pò che consumava molto di più! e non avevo fatto nessuna modifica sostanziale!
    Ringrazio l’autore della guida e le misure per effettuare il taglio! Chi si era cimentato prima di me aveva smontato tutto! Non me la sono sentita!

    1. Grazie mille, Alessando 😉

      Purtroppo non ti so dire quali delle due pompe ha la lettura corretta. A logica mi verrebbe da pensare che la nuova sia più affidabile, ma non è per nulla detto.

      Si, un aumento di consumi può essere sintomo di molti problemi da risolvere o manutenzioni da fare. Prova a dare una pulita ai sensori motori e alla centralina seguendo questa guida: Pulizia centralina motore e sensori

      A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.